Regolamento

Regolamento X edizione

logo Formica d'Oro

Il Forum del Terzo Settore del Lazio promuove il Premio “Formica d’Oro”, per valorizzare il Terzo Settore come sistema.

Il Premio è destinato a individuare le iniziative migliori che nell’anno precedente all’evento sono state realizzate nella regione Lazio dagli organismi del terzo settore, da Amministrazioni locali, da organi di informazione e, in particolari casi anche fuori Regione, da singole persone e dare loro risalto per portarle a conoscenza di un pubblico più vasto, favorendone la replicabilità in contesti analoghi da parte di altri soggetti.

Art. 1 – Il presente regolamento è redatto a presidio delle finalità del Premio e dell’osservanza del corretto svolgimento del concorso. Esso determina le modalità e i criteri di funzionamento del Premio Formica d’Oro approvati dall’esecutivo del  Forum del Terzo Settore del Lazio .

L’adesione al Premio, espressa mediante la candidatura delle iniziative meritevoli, implica l’accettazione completa e incondizionata del presente regolamento.

Art. 2 – Finalità

Il Premio si propone di assegnare un riconoscimento alle buone prassi ossia a quelle azioni esemplari e metodologie che hanno la caratteristica di essere efficaci, innovative e ripetibili e dunque meritevoli di essere portate alla conoscenza generale, in particolare nei settori dell’educazione, dei sevizi alla persona, della cultura, dell’ambiente, dello sport, dell’integrazione, delle relazioni solidali tra i popoli, della costruzione di reti, dell’amministrazione pubblica, dell’informazione e quanto altro attinente alle politiche del benessere idonei a valorizzare il Terzo settore come sistema.

Art. 3 – Sezioni e destinatari del premio

Il Premio “Formica d’Oro” si articola in cinque sezioni più una sperimentale:

Sezione A – Premio Terzo Settore: destinato agli organismi del terzo settore (Cooperative sociali, Associazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale, ONG, Fondazioni. Commercio equo e solidale, finanza etica che hanno realizzato iniziative attinenti alle finalità del Premio;

Sezione B – Premio Enti Locali: destinato ad iniziative e interventi promossi da amministrazioni locali del Lazio (o loro articolazioni istituzionali) per il Terzo Settore;

Sezione C – Premio Comunicazione: destinato a professionisti della comunicazione, nonché ad organi di stampa/di informazione o singoli giornalisti, che abbiano operato concretamente per la diffusione della conoscenza del Terzo Settore, del suo stile di vita e di lavoro, delle sue finalità e delle sue iniziative;

Sezione D – Premio per l’Impegno personale: destinato a persone che abbiano svolto un lavoro esemplare nel/per il Terzo Settore;

Sezione EPremio per il Servizio Civile: destinato a progetti di servizio civile;

Sezione F – Premio per attività di ricerca sul Terzo Settore: per attività di ricerca svolta in ambito universitario e in organismi di ricerca (es. tesi di laurea, di Master, pubblicazioni, ricerche).

Art. 4 – Comitato organizzatore

Il Comitato organizzatore è composto da 5 persone appartenenti ad organismi del Terzo Settore ed è nominato dal Comitato Esecutivo del Forum permanente del Terzo Settore del Lazio.

Al Comitato organizzatore compete:

  •  dirigere l’organizzazione del Premio in tutte le sue fasi;
  •  proclamare i vincitori delle sezioni del Premio.

Il Comitato organizzatore decide a maggioranza dei presenti.

Art. 5 – Giuria

La Giuria è costituita da 5 a 9 persone esperte delle problematiche del mondo del Terzo Settore ed è nominata dal Forum del Terzo Settore del Lazio. Ne fa parte di diritto il Portavoce del Forum o persona da lui designata.

Alla Giuria compete:

  • fissare in maniera definitiva i criteri di valutazione e il numero di premi da assegnare per ciascuna categoria entro i seguenti limiti: sezione A fino a un massimo di 20; sezione B fino a un massimo di 4; sezione C fino a un massimo di 2; sezione D fino a un massimo di 2; sezione E fino ad un massimo di 2; sezione F fino ad un massimo di 2 .
  • valutare le candidature nel merito, in piena autonomia e discrezionalità;
  • prevedere l’eventuale istituzione di menzioni speciali per ciascuna delle quattro sezioni previste;
  • designare i vincitori del Premio per ciascuna delle quattro sezioni previste e indirizzarle al Comitato organizzatore per la proclamazione.

La Giuria decide a maggioranza dei presenti.

Il giudizio della Giuria è insindacabile ed inappellabile.

Art. 6 – Segreteria organizzativa

La Segreteria organizzativa ha sede operativa in Roma in via Tor Sapienza 86. Alla segreteria sono attribuite:

  • funzioni esecutive, per fornire ogni supporto operativo necessario all’espletamento delle mansioni svolte dagli altri organi;
  • funzioni istruttorie, ai fini della selezione delle candidature operata dalla Giuria; in particolare, si occupa di raccogliere le iscrizioni e di verificare la regolarità formale e la completezza delle proposte.

Art. 7 – Modalità di partecipazione

La partecipazione al Premio è gratuita ed avviene mediante segnalazione alla segreteria del Premio da parte di terzi.

Qualunque persona o organizzazione in conformità con gli artt. 2 e 3 del regolamento del premio può farsi promotore e segnalare l’ente e le azioni di sostegno al Terzo Settore che ritiene meritevoli di essere conosciute per Innovatività e capacità di produrre soluzioni nuove e creative per il miglioramento della qualità della vita; per la qualità   declinata in Sostenibilità  e Riproducibilità del progetto, per la  capacità di trasformare il disagio in risorsa e di attivare processi partecipativi di Sviluppo locale.

Non ci si può far promotori di se stessi o dell’organismo a cui si appartiene.

Per segnalare un candidato è necessario compilare in ogni sua parte la Scheda di segnalazione, disponibili presso la Segreteria organizzativa o scaricabile dal sito www.terzosettorelazio.it.

Sono ammesse alla valutazione le segnalazioni pervenute alla Segreteria organizzativa entro la data stabilita dal Comitato promotore e pubblicata sul sito.

Il materiale presentato potrà essere ritirato dagli interessati presso la Segreteria entro 15 giorni dalla cerimonia conclusiva di premiazione.

Art. 8 – Cerimonia di premiazione

I vincitori verranno proclamati nel corso della Cerimonia di Premiazione.

La comunicazione della data e del luogo avverrà con la massima visibilità attraverso il sito internet e gli organi di informazione.

I premi saranno ritirati dal Responsabile dell’ente premiato o da persona da lui designata.

Art. 9 – Promozione e riservatezza

I candidati, le loro organizzazioni e attività, saranno pubblicizzati nel corso dello svolgimento del Premio, sul sito internet e in altre modalità che saranno definite dal Comitato organizzatore.

I dati rilasciati saranno trattati in stretta osservanza delle normative vigenti sulla privacy – d.lgs. 196/03ss.

Roma, 21 dicembre 2016

Regolamenti Formica d’Oro:

– Regolamento-Premio Formica d’oro 2017

Scarica la scheda:

– Scheda candidature Formica d’Oro 2017 (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UNIAT APS  CASA, AMBIENTE, TERRITORIO